Adidas LA Trainer37 anni e non sentirli. Comodità, disponibilità di colorazioni e design senza tempo. Sono queste le caratteristiche che rendono le Adidas LA Trainer un must have senza tempo.

La loro prima uscita ufficiale è datata 1980, il boom si ha con le olimpiadi di Los Angeles del 1984. Ho comprato il primo paio di LA nell’estate del 2001. Da allora ben quattro paia di LA hanno fatto parte della mia vita, di cui due ancora in uso.
Ne ho un paio blu con i dettagli verde fluo e uno di pelle marrone, con dettagli neri, per le passeggiate su sterrato.

– Adidas LA Trainer: particolari

Anche se rivisto negli anni, il design della scarpa ricalca l’originale anni ’80. Oltre ad una tomaia traspirante, la scarpa è caratterizzata da una suola esaltante. Puntellata nel fondo, è fornita di plug rimovibili, di solito di tre colori all’altezza del tallone, che vanno a creare il Vario Shock Absorption System, in pratica degli ammortizzatori!1

La scarpa è disponibile in tantissime colorazioni, lo sottolineo perché è proprio una peculiarità di questo prodotto, e nel corso degli anni ha visto anche qualche special edition. Tra queste spicca quella dedicata a Fabri Fibra2 e spicca “solo” perché sono un fan del rapper di Senigallia… applausi applausi applausi per Fibra…

– sensazioni

Sono nate e vengono tutt’ora considerate scarpe da runner. Io non le suggerirei per la corsa, ci sono delle scarpe sicuramente più adatte, però il concetto di fondo resta.
La scarpa risulta subito comoda, leggera, anche nelle versioni in pelle, e confortevole. Il suo passato da scarpa pensata per la corsa si sente nella sensazione di delicatezza che si prova nell’indossarla, e nella robustezza della suola che fa sentire il piede ben piantato a terra.

Queste scarpe hanno una caratteristica che non ho mai trovato in altre scarpe. Quando le tolgo dopo un’intera giornata al piede, non sento la sensazione di liberazione tipica di quando, con i piedi gonfi, le scarpe diventano opprimenti.

– considerazioni

L’ho detto all’inizio del post, queste scarpe devono far parte di un guardaroba che si rispetti! Come i cerotti in una cassetta di pronto soccorso o il giravite nella cassetta degli attrezzi, le Adidas LA Trainer sono il minimo indispensabile da tenere in scarpiera.

Io ne possiedo due paia. Quello in pelle lo uso per le passeggiate outdoor perché grazie alla suola puntellata hanno un ottimo grip. Le altre invece, almeno secondo i miei canoni di freddo, sono un po’ troppo leggere per essere usate in inverno.

Adatte per un abbigliamento casual, possono essere usate praticamente sempre. Ma risultano utili anche per spezzare un outfit più formale o elegante.
Sono anche la soluzione quando entrate nel loop del non sapere cosa mettere: le Adidas LA Original sono lì che vi aspettano.
Ma come sempre, non lasciatevi influenzare, voi dovete scegliere da soli.3

Questo slideshow richiede JavaScript.


[1]Originariamente erano forniti in una bustina a parte, insieme a uno strumento di plastica azzurra che permetteva di inserirle nella suola. Ma mica a caso: a ogni colore (bianco, rosso, blu) corrispondeva una potenza di ammortizzazione diversa, e così nel pratico libretto di istruzioni c’era anche una tabella che spiegava come combinare i colori per ottenere le performance migliori, a seconda del proprio peso. fonte
[2]https://modaonlive.wordpress.com/tag/fabri-fibra/
[3]Photo e store: adidas.com, 80scasualclassics.co.uk, 43einhalb.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: